• perugia9.jpg
  • perugia12.jpg
  • perugia8michelle.jpg
  • perugia14.jpg
  • assisi.jpg


Organi istituzionali

PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Ai sensi dell’art. 15 e dell’art. 25, comma 4, Legge 12 novembre 2011 n. 183 sono pubblicati i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC).
Le Pubbliche Amministrazioni che vogliano consultare tali dati debbono richiedere le credenziali di accesso all’Area a loro Riservata mandando apposita richiesta su carta intestata della P.A., con timbro e firma leggibile, a mezzo fax al n. 075 5153012 oppure a mezzo PEC all'indirizzo PEC:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. precisando il numero di fax o l'indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) a cui inviare Username e Password.


Clicca per informazioni

Amministrazione trasparente

Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri di Perugia
Via Settevalli 131
06129 Perugia
Tel.075/5000214
Fax 075/5153012
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FNOMCeO - Federazione Nazionale
Ordine dei Medici
Chirurghi e Odontoiatri

Piazza Cola di Rienzo 80/A
00192 Roma
Tel.06/362031
Fax 06/3222794
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fattura PA

 

 

Posta elettronica certificata

 
Si invitano i medici e gli odontoiatri iscritti a comunicare tempestivamente all’Ordine l’indicazione del proprio indirizzo PEC (oppure l’attuale indirizzo e-mail)

Bollettino on-line

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Proseguendo la navigazione nel nostro sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza esclusivamente cookies tecnici per migliorare i servizi offerti. Non vengono utilizzati cookies di profilazione per l'invio di messaggi pubblicitari.

In ogni caso puoi sempre decidere di disabilitare l'utilizzo dei cookies dal tuo browser.

Per maggiori informazioni sulla nostra cookies policy e per istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Notizie
USLUmbria1 - Neoplasie correlate al Lavoro

Tra i tanti ambiti di intervento per la tutela della salute nei luoghi di lavoro, quello della prevenzione degli effetti derivanti dall'uso di agenti cancerogeni si presenta certamente come campo di prioritario interesse.

Anche per questo l'art. 244 del D.Lvo 81/08 prevede che, in presenza di una neoplasia di presumibile origine lavorativa ogni medico, pubblico o privato che sia, segnali il caso al Centro Operativo Regionale (C.O.R.) di riferimento, allegando la documentazione ritenuta pertinente.

Al di là della sua importanza epidemiologica e preventiva, tale attività di segnalazione è da ritenere fondamentale anche per consentire ai competenti servizi ASL di accertare il rapporto esistente tra malattia ed ambiente di lavoro; in particolare laddove si sia in presenza di neoplasie relativamente rare, come il mesotelioma (pleurico, pericardico, peritoneale, ovarico, testicolare) o anche il tumore naso/sinusale, ma caratterizzate da un forte legame con i trascorsi lavorativi degli interessati.

AI fine di facilitare l'attività in questione, quindi, si trasmette una scheda che potrà essere utilizzata dai sanitari per la segnalazione di eventuali casi al C.O.R. della Regione Umbria (c/o Università di Perugia, Dipartimento Igiene e sanità pubblica, Via del Giochetto - Perugia) e contenente informazioni sintetiche, utili anche ai successivi accertamenti ASL.

MEDICI DI FAMIGLIA NIENTE IRAP

Da Brevia n.035-2013 a cura di Marco Perelli Ercolini si riporta quanto segue:

"La Commissione tributaria regionale della Lombardia sezione 27 con la sentenza n. 78/27/13 depositata il 17 giugno 2013, riconoscendo che il medico di famiglia convenzionato col Servizio sanitario nazionale non ha autonoma organizzazione, ma deve sottostare all’organizzazione imposta con la convenzione per una attività pubblica per definizione (lavoratore parasubordinato pubblico), non è assoggettabile all’Irap. Ne deriva il diritto non solo al non pagamento, ma anche al rimborso per le somme indebitamente versate (domanda in carta libera alla Agenzia erariale per pagamenti eseguiti negli ultimi 18 mesi -art. 38 DPR 602/73-; per rimborsi inferiori ai 20mila euro prima del ricorso alla Commissione tributaria invio del reclamo).

Le condizioni in base alle quali la Commissione tributaria regionale ha escluso per il medico di base del SSN il pagamento Irap e il diritto al rimborso delle somme versate indebitamente sono:

  • acquisto di strumentario imposto dalla convenzione;
  • reddito predeterminato con massimale, con la conseguenza che la capacità organizzativa dello  studio non influisce sulla capacità contributiva;
  • personale di segreteria non implica la sussistenza di autonoma organizzazione in quanto previsto dalla Convenzione con previsione di un rimborso;
  • svolge ai sensi della Convenzione attività non delegabili."
FNOMCeO Comunicazione n.38 - Certificato di onorabilità professionale (Good Standing) per i medici e gli odontoiatri italiani

La Federazione Nazionale a seguito delle numerose richieste pervenute in relazione all'autorità competente per il rilascio del certificato di onorabilità professionale (Good Standing) da parte di Ordini professionali esteri, precisa che ai sensi della normativa vigente relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali (direttiva UE 2005/36 e suo recepimento nell'ordinamento italiano, decreto legislativo del 9 novembre 2007 n.206), l'autorità competente per il rilascio del certificato di Good Standing ai medici e agli odontoiatri italiani è il Ministero della Salute.

Al fine di evitare incertezze tra le autorità competenti nazionali europee ed eventuali disagi per gli iscritti, i professionisti che ne facessero richiesta dovranno servirsi della modulistica ministeriale (Allegato G1+Modello G), scaricabile sul sito del Ministero della Salute al seguente link:

http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=2972&area=professioni-sanitarie&menu=riconoscimento

 

Comunicazione FIMMG: "Esenti da IVA i certificati per la patente e per il porto d'armi"

In merito alle richieste di chiarimenti che ci sono giunte in questi giorni sulle modalità di pagamento delle certificazioni per la patente e per il rilascio del porto d’armi, che sarebbero esenti dal pagamento dell'IVA, ribadiamo che  in  una istanza dei nostri  colleghi  Ristori e Verginelli  all'Agenzia  delle Entrate del 9 novembre 2012, si riceveva una chiarissima risposta con interpretazione dell'articolo 10 del D.P.R. n. 633 del 1972 che chiarisce in modo netto che il rilascio del certificato oggetto dell'accordo citato deve ritenersi esente dal pagamento dell'IVA.

Quindi i certificati anamnestici per il porto d’armi e per la Patente NON SONO SOGETTI AL REGIME IVA

IL TESTO DELLA NOTIZIA E I DOCUMENTI ALLEGATI

Regione Umbria - Ammissione candidati concorso Medicina Generale triennio 2013/2016

Ammissione dei candidati al concorso per l’ammissione al corso di formazione specifica in medicina generale triennio 2013/2016 (D.G.R. n. 96 dell’11 febbraio 2013).

(Determinazione dirigenziale del 30 maggio 2013, n. 3758).