• perugia12.jpg
  • perugia14.jpg
  • perugia9.jpg
  • assisi.jpg
  • perugia8michelle.jpg


Organi istituzionali

PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Ai sensi dell’art. 15 e dell’art. 25, comma 4, Legge 12 novembre 2011 n. 183 sono pubblicati i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC).
Le Pubbliche Amministrazioni che vogliano consultare tali dati debbono richiedere le credenziali di accesso all’Area a loro Riservata mandando apposita richiesta su carta intestata della P.A., con timbro e firma leggibile, a mezzo fax al n. 075 5153012 oppure a mezzo PEC all'indirizzo PEC:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. precisando il numero di fax o l'indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) a cui inviare Username e Password.


Clicca per informazioni

Amministrazione trasparente

Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri di Perugia
Via Settevalli 131
06129 Perugia
Tel.075/5000214
Fax 075/5153012
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FNOMCeO - Federazione Nazionale
Ordine dei Medici
Chirurghi e Odontoiatri

Piazza Cola di Rienzo 80/A
00192 Roma
Tel.06/362031
Fax 06/3222794
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fattura PA

 

 

Posta elettronica certificata

 
Si invitano i medici e gli odontoiatri iscritti a comunicare tempestivamente all’Ordine l’indicazione del proprio indirizzo PEC (oppure l’attuale indirizzo e-mail)

Bollettino on-line

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Proseguendo la navigazione nel nostro sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza esclusivamente cookies tecnici per migliorare i servizi offerti. Non vengono utilizzati cookies di profilazione per l'invio di messaggi pubblicitari.

In ogni caso puoi sempre decidere di disabilitare l'utilizzo dei cookies dal tuo browser.

Per maggiori informazioni sulla nostra cookies policy e per istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Notizie
FNOMCeO - Comunicazione n.22 - Sentenza Corte Cassazione 15006/13 - Diete in Centro Estetico

Si ritiene opportuno segnalare che la Corte di Cassazione - Sezione VI Penale - con sentenza 15006/13 ha condannato per esercizio abusivo della professione medica i titolari di un centro estetico, rispettivamente un commercialista naturopata e una psicologa, i quali dispensavano consigli alimentari dopo aver fatto effettuare esami del sangue e compilato schede individuali e personalizzate con computo delle calorie dei nutrienti da assumere.

In un passaggio chiave della sentenza si rileva che "il complesso degli elementi così acquisiti ha condotto ad accertare lo svolgimento da parte degli odierni ricorrenti, rispettivamente commercialista naturopata e psicologa, di attività quali, qualificazione dei bisogni nutritivi, verifica di corretta assunzione di alimenti, controllo su intolleranze alimentari, tipiche del medico chirurgo specializzato in scienze dell'alimentazione, azioni tutte precedute da anamnesi e richieste di esami del sangue, che venivano poi interpretati dagli odierni ricorrenti e sulla base dei quali erano redatti programmi alimentari".

Al fine di consentire un maggiore approfondimento della fattispecie indicata si allega copia della sentenza.

COMUNICAZIONE FNOMCeO N. 14

Si ritiene opportuno segnalare che sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 60 del 13 marzo 2013 è stato pubblicato il decreto 21 febbraio 2013 recante "Modalità tecniche per la realizzazione della infrastruttura di rete per il supporto all'organizzazione dell'attività libero professionale intramuraria, ai sensi dell'articolo 1, comma 4, lettera a-bis della legge 3 agosto 2007, n. 120, e successive modificazioni".

FNOMCeO - Certificati di Iscrizione e IMPOSTA DI BOLLO

La FNOMCeO con una comunicazione del 06/03/2013 fa presente quanto segue:

  1. Nell'ambito del procedimento disciplinare la richiesta dell'iscritto, volta a ottenere copia degli atti del suo deferimento, è esente dal campo di applicazione dell'imposta di bollo ai sensi dell'art. 3 - Allegato B - del DPR 642/72 e successive modificazioni e integrazioni.

  2. La richiesta del medico volta all'acquisizione del PIN presentata all'Ordine è esente dall'imposta di bollo.

  3. Tutti i certificati da utilizzare all'estero si rilasciano in bollo. Con riferimento al certificato di good standing si evidenzia che esso come tutte le certificazioni è assoggettato all'imposta di bollo, con l'esclusione dei casi di esenzione previsti dal D.P.R. 642/72 e da alcune leggi speciali.

  4. Come già più volte chiarito, la normativa in materia di decertificazione prevede che nei rapporti con gli organi delle pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblici servizi, i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà. Conseguentemente a far data dal 10 gennaio 2012 le amministrazioni pubbliche (Ordini professionali) e i gestori di pubblici servizi non possono accettarli né richiederli, tanto più in quanto tali comportamenti integrano, per espressa previsione, violazione dei doveri d'ufficio ai sensi della nuova formulazione dell'art. 74, comma 2, lett.a), del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000. Pertanto gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi sono FNOMCeO tenuti ad acquisire d'ufficio le informazioni contenute nelle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47. Inoltre, la mancata risposta alla richiesta di controllo sulle autocertificazioni entro trenta giorni costituisce violazione dei doveri d'ufficio e viene presa in considerazione ai fini della misurazione e della valutazione della performance individuale dei dipendenti pubblici responsabili dell'omissione. Di conseguenza gli Ordini provinciali non potranno rilasciare alle pubbliche amministrazioni e ai gestori di pubblici servizi certificati in cara libera.

  5. I privati possono accettare le dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atto di notorietà, ma non ne hanno un obbligo. Ciò detto, tutti i certificati rilasciati dagli Ordini a soggetti privati sono oggetto di imposta di bollo, salvo i relativi casi di esenzione previsti al D.P.R. 642/72 e da alcune leggi speciali.
FNOMCeO comunicazione n.4: Risoluzione n 1-E dell'Agenzia delle Entrate - Chiarimenti in materia numerazione fatture

Si pubblica per opportuna conoscenza copia della Risoluzione n. 1-E dell'Agenzia delle  Entrate recante "Articolo 21, comma 2, lettera b), del D.P.R. n.633 del 1972 - Chiarimenti materia numerazione fatture".

La legge di stabilità 2013 prevede che le fatture, applicabili alle operazioni effettuate a partire dal 01 gennaio 2013, abbiano un numero progressivo che le identifichi in modo univoco.

FNOMCeO - Titolari di studi Medici e/o Odontoiatrici che occupano fino a 10 lavoratori: PROROGA al 30/06/2012 autocertificazione valutazione dei rischi

Procedure standardizzate per la valutazione dei rischi - Pubblicato il Decreto Interministeriale del 30 novembre 2012

Titolari Studi Medici e Odontoiatrici che occupano fino a 10 lavoratori - PROROGA AUTOCERTIFICAZIONE DELL'EFFETTUAZIONE DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI AL 30 giugno 2013